MONTAGNER : L’UMANITA’ DELL’ INDIPENDENZA – cronache da un seggio di Barcellona

Barcellona, 1 ottobre 2017, ore 16.00  Catalunya Raixe Venete violenza

Vivere secolarizzati vuol dire vivere a contatto con il secolo, cioè calarsi nella realtà che quotidianamente ci circonda. Sta a noi e alle nostre sensibilità capire ciò che i nostri occhi vedono e la nostra mente percepisce. Premesso questo , una delle prime sensazioni che ci colpiscono è che il mondo cambia. Detto così sembra un luogo comune, semplice deduzione , basti pensare al progresso,  come la velocità di spostamento di cose e persone , della tecnologia dove le macchine progettano e producono altre macchine, del pensiero e delle comunicazioni sociali la famigerata rete. Ma restando più umani, valorizzando l’uomo, la sua coscienza con le umane virtù e debolezze, sono testimone in questa giornata del 1 ottobre 2017, di un riscatto di una comunità contro la disumanizzazione e spersonalizzazione del genere umano, ridotto a gregge da spremere dopo avergli tolto l’anima.catalunya raixe venete

Scrivo da Barcellona, dall’interno di una scuola adibita a seggio per il referendum. Tensione, paura e rabbia hanno contraddistinto queste ore al giungere di notizie inquietanti provenienti da altri plessi scolastici dove si votava per la dura repressione della polizia spagnola.

Non mancava però l’allegria, la consapevolezza di fare qualcosa di utile ed importante, applausi e felicitazioni dopo aver votato con urla quasi liberatorie e sorrisi tanti sorrisi, e non mancava l’impegno, ore e ore in fila , sotto la pioggia , code di centinaia di metri, ad aspettare il proprio turno per votare ed esprimere la propria volontà difronte a Dio e agli uomini, per esercitare un diritto fondamentale per la democrazia. Quando sei testimone di persone anziane, ormai quasi al termine della loro esperienza terrena, che con le lacrime agli occhi, si recano sostenute e accompagnate al seggio, quando vedi un padre che porta i suoi 4 figli in tenera età per difendere il seggio, quando migliaia di persone di ogni età, ceto sociale, istruzione e professione, fanno quadrato in difesa della libera espressione, nonostante le notizie di azioni poliziesche che pensavamo ormai consegnate alla storia, ti riscopri uomo, riscopri l’umanità perduta, riscopri che le coscienze non sono tutte morte.

votazioniQuesto arriva oggi dalla Catalunya, un insegnamento per il mondo intero, di ritornare ad essere uomini, di non rinunciare alla propria anima. Un’anima antica, patrimonio di passate esperienze, trasmesse da chi ci ha preceduto, attraverso cultura, tradizioni, lingua e storia, che non sono altro che la nostra identità, cultura e civiltà, il fondamento umano per permetterci di essere uomini liberi.

È corso il sangue oggi in Catalunya, poco per fortuna e senza gravi conseguenze per i feriti, ma siamo stati ad un passo dal peggio, ed anche qui i Catalani sono stati impeccabili, solo resistenza passiva, che ha fatto poi desistere da azioni di maggior violenza da parte della Guardia Civil. Sembra ora che sia tornata la calma e le operazioni di voto procedano. Un insegnamento per tutti gli stati dove alcune comunità cercano la propria autodeterminazione, vogliono far sentire la loro voce, con mezzi pacifici e democratici. Tengano presente la lezione catalana se non vogliono incorrere negli stessi errori del governo centrale spagnolo, unico sconfitto di questa indimenticabile giornata.Alberto Montagner Raixe Venete

Ne tragga esempio l’Europa, colpevole di troppo silenzio e burocratico rispetto delle costituzioni degli stati membri. Ah si! Le costituzioni.. carte scritte ormai da morti che ricadono sui vivi, gabbie per i popoli come fossero dogmi intoccabili, in quanto scritte con regole utili solo alla loro perpetua sopravvivenza. Il mondo cambia, non solo per il progresso ma perché l’uomo vuol tornare ad essere uomo e questo è uscito oggi dalle urne della Catalunya.

 Alberto Montagner – osservatore internazionale Associazione Culturale Veneto Nostro Raixe Venete 

Barcellona 1 ottobre 2017

 

Scrivi on comento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


NOTA BEN: la Botega de Raixe Venete par qualche jorno no sarà ativa: tuti i ordini i vegnerà evaxi da metà setenbre, dopo la Festa dei Veneti 2017 che se tegnerà a Cittadella/Sitadela -PD- el 9 e 10 de setenbre! Te spetemo a la Festa co tuti i nostri prodoti!